15.7.17

L'ASSUEFAZIONE AL PEGGIO!

 
Venezia: aerosolchemioterapia bellica NATO
di Gianni Lannes

Avete mai pensato alla tragicità dell’indifferenza altrui? Non a caso, da qualche tempo, siamo sottoposti ad un artificiale processo di deterioramento morale e biologico che passa anche attraverso l‘omologazione del pensiero ad un unico parametro. Ognuno ritiene di pensare a se stesso, alla propria sopravvivenza, accettando il susseguirsi di eventi deleteri ma senza reazioni di ribellione. Così l’ordine non viene mai infranto né scalfito dai consumatori, ormai lobotomizzati a dovere e dunque, non più umani, non più soggetti ben oggetti.

Come dominare il mondo e schiavizzare definitivamente l’umanità? Con una guerra non convenzionale, mandata in onda sotto mentite spoglie dall’alto dei cieli. Un conflitto che agli occhi miopi della gente comune è celato sotto la denominazione fuorviante di catastrofe naturale. Così, in un baleno la colpa passa di mano alla natura, e contro l’equilibrio “naturale” del pianeta Terra nessuno p adirarsi.
 
Attenzione, non uscite assolutamente di casa stasera: codice blu, intesi? Aerosolchemioterapia in corso. Tranquilli, siete coperti dai vaccini Glaxo, ma per precauzione non varcate la soglia di casa fino alle otto del mattino, perché irroreranno acqua di colonia modello nato. Bombe d’acqua e cicloni si abbatteranno pericolosamente sulle città e sui campi coltivati distruggendo i raccolti.

Di fatto le libertà sono limitate e coloro che manifestano dissenso nei confronti di questa guerra segreta, vengono immediatamente denunciati dai negazionisti venduti al miglior offerente e arrestati. I trasgressori sono puniti con un periodo di detenzione a lungo termine e torture psicologiche. Gli irridubili al nuovo ordine mondiale li fanno sparire direttamente: un desaparecidos in più o in meno non conta. Le associazioni che organizzano dimostrazioni con conseguenti problemi di ordine pubblico, possono essere sciolte, le loro sedi chiuse per sempre. Inchieste, articoli, libri, film, documentari, spettacoli e rappresentazioni teatrali che sfiorano questo tabù imperante, sono soggetti a censura preventiva. Le pene previste per chi si oppone alla guerra del terzo millennio sono durissime.

3 commenti:

  1. Le stringo forte la mano; stringo forte la mano a Lei, unico e vero giornalista rimasto!

    RispondiElimina
  2. Ammiro le persone che hanno il coraggio di porre in evidenza problematiche che per la massa non esistono. Grazie

    RispondiElimina

Gradita firma degli utenti.